Trofie al pesto fatto in casa (ma non da me!)

Dopo una settimana di assenza vi regalo un piattino meraviglioso!!
Queste trofie con pesto fatto in casa…ma questa volta non da me 🙂
L’azienda per cui ho da poco iniziato a lavorare ci ha “regalato” due giorni in Liguria.
E’ un regalo che fanno ogni anno ai dipendenti ed è molto carino perché fino all’ultimo non rivelano la meta; poco prima di salire sul pullman abbiamo scoperto che eravamo diretti a Porto Venere per poi visitare le Cinque Terre.
Secondo voi potevo tornare a casa senza: svariati vasetti di pesto, testaroli (prossimamente su questo blog) e vino locale?
Ecco appunto 🙂

Dani ha aggiunto una patata tagliata a pezzi piccoli che ha buttato nell’acqua di cottura delle trofie insieme ad una manciata di pinoli: super buono!

Comments

  1. says

    Mamma mia, le trofie con il pesto mi fanno davvero impazzire. Io cerco di non mangiare mai pasta alla sera, ma quando ho pesto e trofie in frigo, fingo di non mangiare da giorni per abbuffarmi! Bellissima anche Porto Venere (e le 5 terre, che visito spesso).
    Un abbraccio
    Mari

  2. says

    @Patrizia: Lo era! complimenti alla signora che l’ha preparato!!
    @Mari: era a pranzo..per fortuna!!! 🙂
    @Stefi: e….non lo so! 🙂
    @Gemma:anche a me piace tantissimo!!
    @Elena: spero di andare presto in Trentino, così torno carica di canederli..li adoro!!
    @Maria Luisa: hai ragione! e poi sembrava primavera…non ottobre!
    @Simmy: grazie cara!

  3. says

    Le cose fatte in casa nn da te sono ancora piu’ buone ma solo se sono fatte meglio di come le faresti tu…ahahahah gioco di parole…il pesto e’ l’oro verde della cucina!!! brava anche x aver messo le patate che ci cantano!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *