New York day 7: pedalare come un hipster?

 Che poi, cosa davvero sia un hipster non mi é ancora molto chiaro. É una corrente di pensiero? É un modo di essere, vestire, apparire, andare in bicicletta? É tutte queste cose, come tutte le “mode”? Sono un po’ confusa a riguardo e, sinceramente, non mi interessa capirlo. So che però oggi abbiamo pedalato un… 

Read More »

New York day 6: cose a caso, le migliori.

 Non ho ancora trovato un aggettivo per descrivere questa cittá. Quando lo trovo vi faccio sapere. Sono una che ama le montagne, i posti desolati, la natura allo stato brado (ho lasciato il cuore in Islanda e forse ci vivrei) eppure qui mi sento a casa. É naturale camminare per queste strade, l’unico momento di… 

Read More »

New York day 5: dalla Thailandia con amore (e spezie piccanti)

 Il mood di oggi é “cucina orientale”. Da prima che partissimo Mr.D. mi aveva fatto promettere che avremmo mangiato asiatico qui a New York, non importa di quale parte dell’Asia, bastava che fosse ad oriente. E così è stato, scegliendo tra giapponesi, vietnamiti, indiani, ci siamo fidati di Trip Advisor e delle recensioni che consigliavano… 

Read More »

New York day 4: mangiare nei diner da colazione a cena.

 La cucina dei diner l’ho provata per la prima volta in Canada. Sono locali che offrono cucina in “American style” (così dice Wikipedia) in un ambiente con divanetti in pelle dagli schienali bassi, tavolini lucidi ed insegne luminose e fissate in obliquo. Come molte delle attività qui sono aperti quasi tutto il giorno e ci… 

Read More »

New York day 3: cercando di fare come gli americani che mangiano sano. Ho fallito.

 Oggi, dopo tre giorni di dieta dell’americano medio, ho deciso di fare quella che va a New York e mangia “sano”. Per strada c’era un profumino di cannella misto a hot-dog, stavo già per abbandonare il proposito, per fortuna, mentre Mr. D. era in fila per l’hot-dog del buongiorno, ho visto in lontananza, accanto all’ingresso… 

Read More »

New York day 2: cannella, burro, blues e l’orgasmo di Mag Ryan.

 Giornata intensa questo secondo giorno a New York. Camminare. Respirare. Camminare. Commuoversi agli Strawberry Fields. Camminare. Guardare la città dalla cima del Rockfeller. Camminare. Sentire il blues in un locale buio e caldo. Camminare. Vedere il fumo dai tombini. Camminare. Tornare qui con la schiena a pezzi. In tutto questo ci sono stati innumerevoli assaggi… 

Read More »

New York day 0: come fare tre cene in quattro isolati.

 Iniziare un post parlando di New York e del suo cibo é come cercare di descrivere a parole la musica: non si può. Ci hanno scritto libri, film, post, ma fino a che non provi e non senti con i pori della pelle sarà difficile capirlo davvero. Il binomio NY-cibo richiederebbe troppe parole, scriverò qualche… 

Read More »