Rosette semi integrali

Qualche giorno fa, curiosando su internet, ho trovato una ricetta per preparare delle rosette fatte in casa con l’aiuto dello strumento per tagliare le mele a spicchi.
Ho preso quindi in prestito il meccanismo ed ho modificato gli ingredienti per ottenere delle rosette semi integrali (la ricetta che ho visto prevedeva l’utilizzo della farina bianca e dello strutto, ingrediente, quest’ultimo, che evito nel 100% dei casi!).
Sono molto soddisfatta perché la crosta è venuta croccante e la mollica era morbida ma non stopposa 🙂

Ingredienti (dose per 7 rosette):
270 gr acqua tiepida
25 gr di lievito di birra
10 gr di zucchero di canna

200 gr di farina bianca tipo 00
170 gr di farina manitoba
130 gr di farina di grano duro
2 cucchiai di olio evo (circa 15/20 gr)
2 cucchiaini di sale fino (10 gr)

Accessori utili: ciotola, pellicola per alimenti, taglia mele, carta forno, placca del forno, gratella.

Versare l’acqua tiepida in una ciotola capiente, unire lievito e zucchero, stemperare per alcuni minuti.
Unire le farine, l’olio ed il sale, impastare energicamente fino ad ottenere una palla compatta. Ho voluto provare a lavorare con un impasto un po’ morbido e quindi ho aggiunti altri 10 gr di acqua tiepida ed ho impastato di nuovo per bene.
La differenza si è sentita nonostante l’acqua aggiunta fosse così poca.
A questo punto coprire l’impasto con un foglio di pellicola per alimenti e riporre a lievitare in un luogo caldo (o tiepido) e lontano da correnti d’aria. Io l’ho messo direttamente sulla mensola sopra il calorifero!
Lasciar lievitare l’impasto per circa 2 ore (anche 3 se avete tempo).


Riprendere l’impasto, sgonfiarlo con le mani e lavorarlo per ottenere delle palline di dimensioni leggermente più piccole del tagliamela. Disponerre le palline sulla carta forno, infarinare il tagliamela (per quanto sia possibile) e premerlo sulle palline così che da ogni spicchio esca dell’impasto.
Se sarete fortunati (o abili, a seconda di come la pensiate), l’impasto si staccherà da solo e avrete delle bellissime rosette, altrimenti dovrete aiutarvi un po’ con le mani.


Ammetto che non sia semplicissimo, ho rifatto la prima rosetta per 4 volte prima che venisse decentemente ma si può fare, basta avere pazienza ed infarinare bene l’attrezzo prima di dare la forma ad ogni panino.

A questo punto lasciar lievitare nel forno spento per un’altra ora e mezza.
Togliere dal forno, accenderlo a 220°C e scaldarlo bene.
Infornare le rosette e una ciotola d’acqua (la ciotola deve essere resistente alle alte temperature, mi raccomando!) e cuocere per 10 minuti, poi abbassare a 180°C e proseguire per altri 25 min circa (controllate con uno stuzzicadenti la cottura).
Spegnere il forno, togliere le rosette dalla teglia, adagiarle sulla gratella del forno e rimetterle nel forno così che si raffreddino nel forno leggermente aperto.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *