Polenta bruscitt funghi e salsiccia

Dal titolo ho omesso i formaggi ma con la polenta si sposano perfettamente.
La polenta é il cibo dei poveri, me l’ha sempre detto la nonna: con il latte, il formaggio, il sugo, oppure con niente, se niente c’era da mangiare.
La mia preferita é riscaldata in padella il giorno dopo, tagliata sottile e un po’ bruciacchiata, magari con una fettina di mozzarella che si scioglie.
Polenta e brüscitt, con la ü perché in dialetto si dice così, é una ricetta lombarda tipica e, come ogni ricetta della tradizione, assume le varianti della famiglia che la prepara.
La nostra é questa, Mr.D. ed io abbiamo messo insieme questo pranzetto.
Ingredienti per 4 persone (se avanzerà la polenta sapete cosa farne):
1400 gr di acqua
1 cucchiaio raso di sale grosso
450 gr di farina per polenta (io uso metà dose di farina gialla e metà di taragna)
Brüscitt:
4 cucchiai di olio evo
1 cipolla tagliata a pezzetti
2 spicchi d’aglio (intero così da poterli poi togliere se non vi piace)
600 gr di carne trita
150 gr di vino bianco
1 pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
Sale fino q.b.
3 foglie di basilico
Spezie a piacere
Salsiccia:
2 cucchiai di olio evo q.b.
1/4 di cipolla tagliata a pezzettini
1 pezzo di salsiccia (almeno 50cm)
50 gr di vino bianco
Funghi
3 cucchiai di olio evo
1 spicchio d’aglio (intero così da poterlo poi togliere se non vi piace)
900 gr dei vostri funghi preferiti
1 piccolo mazzetto di prezzemolo
50 gr di vino bianco
Sale fino q.b
Formaggi a piacere: io ho servito Asiago, crescenza, latteria, gorgonzola.
Se non avete molto spazio in cucina, avete tempo ed un pranzo, diciamo, alle 13.00 potreste iniziare a preparare i brüscitt verso le 9.30 così da farli cuocere due ore e mezza, poi toglierli dal fuoco e, in un’ora fare la salsiccia, i funghi e la polenta.
Non mi piace mai scrivere le ricette con una tale organizzazione però, in questo caso, ci sono 4 differenti pentole sul fuoco e, dando dei tempi, avrete modo di fare le cose con calma e bene.
Iniziamo dai brüscitt, prendere una pentola capiente con il coperchio, versare l’olio, scaldarlo, unire la cipolla, l’aglio e rosolare per un paio di minuti.
Aggiungere la carne, mescolare molto bene con un cucchiaio i legno per separare i pezzettini versare il fino bianco e mescolare.
Lasciare evaporare il vino e poi unire il pomodoro, il concentrato e salare la carne, aggiungere gli aromi.
Da questo punto in poi abbassare la fiamma al minimo, mettere il coperchio e cuocere, mescolando ogni tanto, per un paio d’ore.
Durante la cottura assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale.
Terminata la cottura della carne togliere la pentola dal fuoco e procedere con polenta, salsiccia e funghi.
Per prima cosa mettere a bollire l’acqua per la polenta (circa 10 min per farla bollire), aggiungere 1 cucchiaio di sale grosso e poi versare la farine (o solo quella gialla se la preferite così) e mescolate, la polenta va mescolata quasi in continuazione e va fatta cuocere per 40/50 minuti.
Se durante la cottura sembra troppo dura aggiungete acqua. Questo va regolato ad occhio in base a come si preferisce la polente, se più compatta o più morbida.
La salsiccia andrà cotta in una padella bassa per circa 20 minuti.
Scaldare prima l’olio con la cipolla, poi unire la salsiccia intera, sfumare con il vino e girarla delicatamente in cottura così che rosoli da entrambi i lati.
Anche i funghi andranno cotti in una padella bassa, con soffritto di olio, aglio e cipolla.
Una volta buttati i funghi in padella, aggiungere il sale, il prezzemolo, sfumare con il vino e cuocere mescolando delicatamente per circa 30 minuti.
Dopo quasi 4 ore in cucina sarete soddisfatti soprattutto quando i vostri amici, a distanza di una settimana, racconteranno agli altri quanto fosse buona la vostra polenta 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *