Pizza alla ricotta con farina di semola

La mia famiglia ed io andiamo spessissimo in Valle D’Intelvi, una valle piccola e verde che parte da Argegno, sul lago di Como e arriva fino alla Svizzera.

La strada finisce lì, se vuoi raggiungere la Svizzera devi andarci a piedi. E’ una fantastica cosa d’altri tempi.

In uno dei paesi più in fondo alla valle c’è una trattoria-pizzeria, uno di quei posti con le tovaglie di stoffa e i ferma tovaglie d’argento, dove si chiacchiera con i gestori e dove le mie figlie sono cresciute. Le hanno viste arrivare nella mia pancia e ora la più grande chiede quando andremo lì a mangiare i malloreddus.

Si perché i gestori vengono dalla Sardegna e la pizza che preparano è una delle mie preferite.

La signora usa la semola nell’impasto e sul piano di lavoro, “così all’esterno resta croccante”, mi ha spiegato.
Ieri sera ci ho provato anche io, avevo nostalgia della montagna.
Eccola qui, la mia pizza alla ricotta con semola rimacinata.

Sono felicissima del risultato, davvero. Croccante e leggera, perfettamente digeribile.

Ingredienti:

150 g acqua di acqua tiepida
15 g lievito di birra fresco
1 cucchiaino raso di zucchero
1 cucchiaino colmo di sale
100 g farina di semola rimacinata + qb per spolverare la palla di impasto
150 g farina 0
15 gr di olio extravergine di oliva

Sciogliere zucchero e lievito nell’acqua tiepida, aggiungere le farine il sale, l’olio ed impastare. Io impasto con Bimby (2 min./vel, spiga).

Una volta preparata la palla di impasto, che sarà liscia e compatta, cospargerla di semola e porla a lievitare in un luogo coperto e tiepido, facendo attenzione che non prenda correnti d’aria.

Lasciar lievitare per almeno 2 ore, poi stenderla nella teglia, farcirla con il pomodoro e lasciarla lievitare un’altra oretta.

A questo punto ho acceso il forno a 220°C, ho aggiunto dei fiocchetti di ricotta e un filo d’olio a crudo e ho infornato per 20 minuti.

 

Deliziosa davvero, la riproverò di sicuro con una super farcitura tipo tonno e cipolle, tanto per star leggeri nel week-end 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *