Olio di avocado: un regalo prezioso

Per il mio compleanno, qualche mese fa, la preziosa Laurella di A tavola con me mi ha regalato delle cose buone, tra queste c’era una bottiglietta di olio di avocado biologico dell’oleificio Sabo.
L’olio di avocado è un olio commestibile ricco di acidi grassi insaturi, vitamina A, D, E, omega-3, lecitina, antiossidanti, potassio e proteine. Viene utilizzato anche in campo cosmetico perchè ha proprietà nutrienti ed idratanti ed ottimo rimedio per la pelle secca.
E, come scrivono su greenme.it, in Italia è ancora relativamente poco conosciuto, per approfondire vi rimando qui, proprio al loro sito.
Per il primo utilizzo ho preferito giocare facile e l’ho usato per cuocere una purea di avocado, semi di sesamo, sale e semi di girasole che poi ho mangiato con quinoa e verdure.
Quella che è avanzata l’ho messa, a freddo, il giorno dopo in un piatto di riso integrale, origano e zucchine.
La prossima volta proverò ad abbinarlo ad un sapore differente, vedremo.

Ingredienti: 
1 avocado intero
2 cucchiai di olio di avocado
1 cucchiaio di olio evo
semi di sesamo q.b. (almeno un cucchiaio)
semi di girasole q.b. (almeno un cucchiaio)
sale fine
Tempo di preparazione: 15 minuti 
Accessori utili: piccola padella antiaderente
 
La preparazione è molto semplice, basta tagliare in due l’avocado e toglierne la polpa aiutandosi con un cucchiaino ed un coltello. Io preferisco l’avocado quando è morbido ma non troppo maturo. Di solito lo compro e lo lascio fuori dal frigo per due o tre giorni prima di tagliarlo controllando il grado di maturazione raggiunto premendo leggermente sulla buccia.

In un pentolino antiaderente scaldare l’olio di avocado, non appena sarà caldo aggiungere i semi e tostarli per un paio di minuti, poi unire la polpa di avocado, il sale e rosolare per 5/10 minuti. Quando farà una leggera crosticina sarà pronto. Condire con olio d’oliva e servire caldo oppure freddo.


Comments

  1. says

    L’olio di avocado l’ho sempre usato per il corpo, non avrei mai pensato ad applicazioni “culinarie”.
    Molto carina questa sorta di “guacamole” leggero. E che bel colore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *