Il pane secco non si butta! Diventa un plumcake alla pancetta e formaggio

Cosa succede se “per sbaglio” vi ritrovate con tantissimo pane secco?!?
Domenica siamo andati in montagna, destinazione meravigliosa con una baita dove vendevano ottimi formaggini di capra freschi…e chi aveva più voglia di mangiare i panini?!?
Siamo tornati a casa con del pane avanzato, mi sono messa a cercare in rete ricette con il pane secco e sono capitata sul blog di Ale e Vale, ve lo consiglio, l’anno scorso hanno organizzato l’iniziativa Il pane secco non si butta! e hanno raccolto tantissime ricette dolci e salate, tutte meravigliose!


Tra le varie proposte ho scelto di trasformare il mio pane secco in un plumcake con pancetta e formaggio, ecco come:


250 gr pane integrale secco
700 ml di latte di riso
2 uova bio
100 gr pancetta a cubetti
150 gr di formaggio aromatizzato al peperoncino
sale
pepe
basilico


Tagliate il pane a pezzi (togliendo le croste più dure), mettetelo in ammollo con il latte e lasciate che si impregni mentre tagliate il formaggio e la pancetta a cubetti.
Impastate il pane con le mani come per fare le polpette, fate in modo che sia tutto ben impregnato di latte

Poi aggiungete le uova, sale, pepe, basilico, pancetta e formaggio e impastate il tutto con le mani

Versate in una teglia ricoperta di cartaforno (io ho detto addio alla carta forno comprando teglie in silicone, non spreco carta, non uso burro extra e sono anche più carine!)

Infornate a 200° per 45 minuti,
Fatelo raffreddare bene (non come ho fatto io!!) e servitelo tagliato a fette e accompagnato da verdure leggere (nel mio caso pomodori e mais)

Devo assolutamente rifarlo, mi sono immaginata una versione con tonno e olive e una invernale con speck e toma da mangiare con gli amici mentre fuori fa freddisssimo!! Non vedo l’ora che sia inverno!

Comments

  1. says

    che splendore, quando farai tonno e olive chiamami che vengo al volo!! Per quanto riguarda stampie carta forno sono d’accordo con te, non mettendo burro tutto ciò che sforniamo dai siliconi ha un gusto più sano, e poi esistono di forme e di colori così belli che io quando devo rimetterli via ho il magone. baciuzzi

  2. says

    Difficile trovare del pane secco a casa mia, più che altro perchè è difficile trovarci anche quello fresco! Ma se dovessi riciclarlo sicuramente questo cake sarebbe molto gettonato. Davvero un’idea sfiziosa e gustosa. Baci, buona serata

  3. says

    Che spettacolo, daprovare urgentemente come e’ da vedere urgentemente quel sito…sono nuova e se mi vuoi passare a trovare:http//ilgustodellaboratoriomagico.blogspot.com ps:ma come si fa’ a fare l’inizio blog cosi’ bello e xsonalizzato?? va bene che col pc faccio a botte e mi sembra un traguardo irragiungibile!complimenti vivissimi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *