Frolla di mele alla cannella e cioccolato

Ecco una nuova torta, scoperta su www.ricettario-bimby.it, devo dire grazie a deny per averla postata!
Ho modificato un pochino la ricetta di partenza, togliendo il burro e aggiungendo la farina di riso alla quale, ormai, rinuncio raramente 🙂
Come da una settimana a questa parte l’ho fatta con Bimby ma la ricetta che metto qui è tradotta per chi Bimby non ce l’ha, vi consiglio di provarla, è strepitosa!

Per la frolla
200 gr di farina 00
100 gr di farina di riso
1 uovo
110 gr di olio
120 gr di zucchero integrale
1 bustina di lievito

Per il ripieno
scorza di un limone
60 gr di zucchero integrale
40 gr di burro
400 gr di mele
cannella q.b.
30 gr di cioccolato fondente (lo terrete da parte fino quasi alla fine)

Impastare tutti gli ingredienti per la frolla, fare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo per 30 minuti
Nel frattempo preparare il ripieno in questo modo: sbucciare le mele, tagliarle a pezzi piccoli, in un pentolino sciogliere il burro e poi unire mele, zucchero, buccia del limone grattugiata e la cannella (tanta quanto lo vorrete speziato).
Mescolare continuamente per 5 minuti così che il burro non si attacchi e le mele si impregnino bene di zucchero.

Imburrate e infarinate una teglia da 26/28cm di diametro
A questo punto togliete la frolla dal forno, prendete 3/4 dell’impasto e foderate la teglia, poi versate il ripieno, grattugiate sopra il cioccolato e terminate sbriciolando sopra il resto dell’impasto.

Cuocete in forno caldo a 180°  per 35/40 minuti (quando sarete a 30 minuti controllate, è meglio).

Comments

  1. says

    Questa ricetta è veramente una delizia. Un’aspetto rustico ma accattivante e diverso, visto che non ho mai abbinato il cioccolato alle mele, ma solo alle pere. Da provare sicuramente. Un abbraccio, Pat

  2. says

    Solo a guardarla mette una voglia incredibile… quel ripieno in foto sembra divino (non oso nemmeno immaginare dal vivo!). La farò sicuramente, anche perchè il povero Bimby lo tradisco spesso con il KitchenAid, quindi devo farlo sentire importante come ai vecchi tempi 🙂

    Un abbraccio e bravissima
    Mari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *