Day 9: Husavík: stufato di pesce e salmerino affumicato

L´esperimento di cucina islandese continua, anche oggi piove e fa freddo, veniamo da due giorni in paesini di massimo 100 abitanti e trovarci ad Husavík -che ne ha ben 2300- mi fa sentire in cittá, non mi piace tanto.
Abbiamo tentato di uscire in barca per avvistare la balene oggi ma, a causa del maltempo e del mare mosso, non hanno fatto salpare le barche, ci riproveremo domani (la foto che si vede qui l´ho scattata, male, ad un pannello del museo delle balene)

A Husavík ci sono tre posti in cui poter cenare, tutti e tre sono al porto e offrono specialitá di pesce…quindi abbiamo provato il Gamli Baukur che, a detta della Lonely Planet, incontra il gusto di islandesi e turisti.

Per la prima volta da che siamo qui non sono soddisfatta di ció che ho provato.
Ero molto indecisa, non c’era nulla che davvero mi piacesse e cosí mi sono affidata ai consigli della cameriera: filetto di salmerino artico affumicato servito con pane nero, burro salato, caviale e una salsa spruzzata di aceto.
Il sapore di affumicato é molto forte e la salsa all´aceto rende il pesce acidulo nonostante il gusto deciso del pane nero: decisamente non fa per me 🙂

Dani invece, piú saggio, ha provato uno stufato tradizionale di pesce, che poi si é rivelato essere uno sformato al sapore di pesce, broccoli e patate dalla consistenza cremosa e dal sapore molto delicato.

All´uscita del locale c´era questa targa in ottone…

Comments

  1. says

    deve essere molto particolare come cucina, con sapori molto forti. grazie ai tuoi post sto scoprendo un mondo culinario che non consocevo affatto. bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *