Day 6: Reyðarfjörður: zuppa messicana…con pochi pulcinella di mare

Reyðarfjörður é un paese snobbato dalla guida, ma noi ci siamo fermati lo stesso e sono contenta della decisione 🙂
Stiamo in un ostello meraviglioso, composto da 2 casette in legno, con sauna e vista sul mare.

Arrivati qui abbiamo scoperto che il marito della signora che gestisce l’ostello ha una barca e su richiesta porta gli ospiti a cercare i pulcinella di mare…sapete cosa sono? Degli uccellini carinissimi, goffi, con il becco colorato.
Tra pochi giorni, verso il 15 agosto lasceranno l’Islanda quindi questi sono gli ultimi giorni per poterli trovare in mare intenti a pescare o appollaiati sulle scogliere.
Abbiamo chiesto a questo signore,identico a Anthonty Hopkins, di portarci…non mi aspettavo tutto quel freddo (a detta sua c’erano 4 gradi) ma ne e’valsa la pena perché i pulcinella sono proprio tenerelli!!
Ne abbiamo visti pochi e solo mentre pescavano, ci siamo avvicinati alle scogliere ma di pulcinella nemmeno l’ombra, sono comunque felice di averli visti, magari ci andrá meglio nei prossimi giorni a Borgarfjörður


Siamo rientrati in paese verso le 22, stanchi e infreddoliti e la signora che gestisce l’ostello ci ha dato due possibilitá per la cena: zuppa di aragosta o zuppa messicana, entrambe accompagnate da pane caldo e burro salato.
Avendo gia’ provato la prima ieri a Hofn abbiamo scelto la seconda, a quanto pare la zuppa messicana piace molto agli islandesi, l’abbiamo trovata in tutti i posti in cui abbiamo cenato…decisamente l’ideale per scaldarsi dopo due ore al freddo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *