Cestini di pasta al vino con verdure e gamberetti

E’ da un pò che penso ai cestini, mi piace molto come idea e oggi ho voluto provarci.
Ho preferito la pasta al vino alla brisé (anche perché quella al vino non l’avevo mai fatta) e li ho riempiti con un mix di verdure (praticamente tutte quelle che avevo nel frigo!) e dei gamberetti.
Per la pasta al vino:
40 g vino bianco
30 g olio evo
70 g farina di riso (ottenuta tritando finemente 70 gr di riso roma)
70 g farina 00
un pizzico di sale
Per il ripieno:
30 g di olio
1 rametto di rosmarino
1 zucchina
mezzo peperone
mezza melanzana
1 carota
mezzo gambo di porro
400 ml di polpa di pomodoro (1 lattina grande)
sale
peperoncino
400 g gamberetti (io ho usato quelli surgelati)
3 ciotoline di alluminio (quelle che si utilizzano per cuocere nel forno e/o congelare)
Per prima cosa accendere il forno a 180°C.
Mettere in una terrina la tutti gli ingredienti per la pasta ed impastare per un paio di minuti. Lasciarla riposare mentre preparate le verdure.
Tagliare le verdure a pezzi piccoli, in una padella rosolare 30 g di olio con gli aghi del rametto di rosmarino, unire tutte le verdure, polpa di pomodoro, sale, peperoncino, un pizzico di zucchero e cuocere mescolando di tanto in tanto per circa 30 minuti (o fintanto che non raggiungerano il grado di cottura che desiderate).
Mentre la verdura cuoce riprendere la pasta e preparare i cestini.
Prendere le ciotoline di alluminio, capovolgerle e ungere con dell’olio (facendo attenzione ad ungere bene anche i lati).
Stendere una sfoglia alta circa 2 mm dalla quale ricavare dei rettangoli che userete per rivestire le ciotoline. Disporre la pasta con delicatezza per evitare che si rompa sugli spigoli della ciotolina e fare aderire bene gli angoli ripiegandoli su loro stessi.
La prima volta che l’ho stesa ho ricavato due rettangoli, poi ho reimpastato i ritagli di pasta, l’ho stesa di nuovo ed ho ottenuto il terzo cestino.
Infornare (il forno a questo punto sarà ben caldo) per circa 20 minuti.
A questo punto avrete le verdure in cottura, i cestini nel forno, non vi resta che far bollire dell’acqua leggermente salata nella quale scotterete i gamberetti per circa 5/7 minuti. Scolarli e metteterli da parte.
Quando i cestini saranno pronti (leggermente dorati) toglierli dal forno e, delicatamente staccarli dalle ciotoline di alluminio (attenzione perché scotteranno ma vanno tolti quando sono caldi)
Quella cosa che vedete nel forno con scritto Lékué è un foglio di silicone che si usa al posto della carta forno, costa un po’ (€ 25 da Kitchen a Milano) ma ne vale la pena perché la potete lavare e quindi stop alla carta forno che ogni volta va buttata.

Torniamo ai cestini 🙂 disponrli nei piatti, versare qualche cucchiaio di caponata e, in ultimo i gamberetti, condire con un filo d’olio e servire ben caldi!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *