Budino bicolore veloce con biscotti

In questo periodo sto preparando solo ricette “dell’ultimo minuto”.
Mi dispiace tantissimo non avere il tempo di cucinare qualcosa che richieda due, tre ore di preparazione.
Vorrei avere il tempo per vedere gli ingredienti mutare di forma, lievitare, cuocere degnamente nel forno.
Mi rifarò nelle vacanze (vacanze?!? vabeh…3 giorni) di Pasqua.
Vorrei fare di nuovo la pasta fresca, vorrei fare un timballo di verdure che mi gira in testa da un po’, vorrei,
vorrei, vorrei… 🙂
Per oggi invece ecco la ricetta di un budino bicolore che si preparara in 15 minuti (10/12 di cottura e 3 per assemblare
gli ingredienti) e andrà lasciato nel frigorifero a riposare per un’oretta e mezza.
Naturalmente più lo si lascia e meglio è ma se, come me, finirete di prepararlo alle 19.00 tenete conto che, già dopo
un’oretta sarà fresco e buono.

Ingredienti per 4 budini:
60 gr di zucchero a velo (io ho frullato lo zucchero di canna)
1 bustina di vanillina
400 gr di latte
1 uovo
45 gr di maizena
2 cucchiaini colmi di cacao amaro in polvere
8 biscotti al cioccolato (io ho usato dei simil-pandistelle)

Mettere tutti gli ingredienti tranne il cacao ed i biscotti in un pentolino antiaederente, far cuocere mescolando sempre fino ad ebollizione, dal momento in cui il composto inizia a bollire far cuocere ancora per qualche minuto, mescolare sempre per evitare il formarsi di grumi e per poter percepire il momento in cui inizierà ad addensarsi.
A quel punto togliere dal fuoco, dividere il composto in due ciotole, in una aggiungere il cacao amaro e mescolare bene.

Prendere degli stampi piccoli (io ho utilizzato quelli per muffins dell’Ikea in silicone ).
Prendere 4 biscotti, sbriciolarli con le mani lasciando qualche pezzo un po’ più grosso.

Versare le briciole nello stampo per creare una base.
Versare due cucchiai di budino bianco in ciascuno stampo, sbriciolare i restanti
4 biscotti e fare un nuovo strato di briciole.

Versare due cucchiai di crema scura in ciascuno stampo.

Ultimare decorando con zuccherini, codette ecc.
Riporre nel frigo fino al momento del consumo.

Comments

  1. says

    La mia idea è semplice e riguarda un mondo “sommerso” del quale spesso ci si dimentica, le allergie alimentari. Io rappresento un raro caso di persona allergica alla LTP, una proteina presente in tutti i cereali e in moltissima frutta, dunque la mia dieta deve escludere riso, mais, grano, orzo, farro, etc. Riuscire ad immaginare la forza di volontà che ci vuole, vi assicuro, è davvero difficile specie la mattina a colazione quando si avrebbe voglia di iniziare la giornata con qualcosa di caldo da accompagnare a fraganti e croccanti biscotti. L’altro giorno ho ceduto alla tentazione di addentare un “cuore di mela” e nonostante la somma soddisfazione trattane al momento, dopo sono stata male! La mia idea è, quindi, quella di sviluppare e mettere in commercio biscotti, cereali soffiati o altri prodotti per la prima colazione dedicati alle persone allergiche che come me possono utilizzare esclusivamente la quinoa e la farina di grano saraceno, unici “finti” cereali ammessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *