Alla scoperta della quinoa al vapore

Che si pronuncia “chinoa”, tanto per iniziare.
Tanti di voi la conosceranno già, in effetti anche io l’avevo già mangiata una volta (in Canada) ma non mi ero mai presa la briga di comprarla e cucinarla.
Qualche giorno fa da NaturaSì ho trovato la quinoa di Ecor e mi sono decisa a provare.
Beh…cottura semplice, veloce (20 minuti a vapore) e risultato 100% garantito.

E’ importante sciacquarla bene prima di cuocerla perché è rivestita di una sostanza piuttosto amarognola.
Wiki mi ha raccontato tante cose su questo vegetale, tra le tante potrebbe essere interessante sapere che non si tratta di un cereale, bensì di una pianta erbacea che appartiene alla stessa famiglia degli spinaci.
Era già venerata dagli Inca come pianta sacra, contiene fibre, minerali, proteine vegetali e grassi insaturi.
Date le premesse credo che da oggi in poi comparirà più spesso nella mia alimentazione 😉

Per due persone ho utilizzato 100 gr di quinoa (tende a gonfiare molto mentre cuoce) e l’ho servita con verdure al vapore ripassate in padella e riso integrale, riso rosso e grano saraceno anch’essi cotti a vapore.

Ah..già che siamo in argomento, vi consiglio un ristorante di Milano nel quale sono stata qualche giorno fa per un aperitivo che si è trasformato in cena. Si chiama That’s Vapore, è in via Buonarroti (ma ne esiste uno anche in Porta Vittoria), il nome dice tutto, non aggiungo altro, provate e mi saprete dire se piacerà anche a voi come è piaciuto a me 😉

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *